Le Notizie

Catechisti di oggi: missionari del tempo

4 novembre 2019 in Le catechesi di Padre T. 0

Editoriale del nr. 2 di Essere catechisti | Novembre 2019

Come ci ricorda Papa Francesco nel Messaggio per la Giornata Missionaria Mondiale, il prossimo 30 novembre ricorre il centenario della promulgazione della Lettera Apostoli- ca Maximum illud di Papa Benedetto XV sulla missionarietà della Chiesa. Il tema della missione è quanto mai attuale e, come abbiamo già avuto modo di ricordare nel precedente dossier, riguarda molto da vicino tutti coloro che condividono la loro fede, soprattutto chi, come i catechisti, sono chiamati specifica- mente a trasmetterla.

Troppo spesso pensiamo ai missionari come coloro che partono e vanno lontano per far arrivare il messaggio di Cristo “fino ai confini della terra”, ma ci dimentichiamo che l’uomo è un essere spazio-temporale, perciò, oltre allo spazio, bisogna evangelizzare anche il tempo: è inutile arrivare in capo al mondo per far conoscere Cristo se le nuove generazioni della nostra patria di origine stanno dimenticando chi è Gesù di Nazareth. Al numero 24 dell’enciclica Spe salvi, Benedetto XVI ci fa «costatare che un progresso addizionabile è possibile solo in campo materia- le. Qui, nella conoscenza crescente delle strutture della materia e in corrispondenza alle invenzioni sempre più avanzate, si dà chiaramente una continuità del progresso verso una padronanza sempre più grande della natura. Nell’ambito invece della consapevolezza etica e della decisione morale non c’è una simile possibilità di addizione per il semplice motivo che la libertà dell’uomo è sempre nuova e deve sempre nuovamente prende- re le sue decisioni. Non sono mai semplicemente già prese per noi da altri – in tal caso, infatti, non saremmo più liberi. La libertà presuppone che nelle decisioni fondamentali ogni uomo, ogni generazione sia un nuovo inizio».

La famiglia e la scuola dovrebbero essere i primi ambiti in cui questa libertà incontri la Verità del Vangelo, ma purtroppo è sempre più evidente che non si può dare per scontato che i bambini di oggi facciano esperienza, attraverso i loro genitori o gli insegnanti, dell’amore di Dio. Il catechista ha proprio questo compito: sostenere o, in certi casi, addirittura supplire queste realtà in questo delicato incarico.

P.Andrea Giustiniani, L.C.

Direttore responsabile

Commenti

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RIMANI AGGIORNATO SU NET!

Per ricevere le ultime novità e promozioni.

Per scaricare i materiali
devi essere registrato
Apparently we had reached a great height in the atmosphere, for the sky was a dead black, and the stars had