Le Notizie

Perchè il vostro frutto rimanga!

21 settembre 2019 in Formazione 0

di P.Andrea Giustiniani, L.C.

Tratto dal nr. 1 di Essere catechisti (Ottobre 2019).

Benvenuti nel Terzo Millennio dell’era cristiana!

Son passati solo venti anni da quando Papa San Giovanni Paolo II ci ha introdotti nel terzo millennio dell’era cristiana, con il Grande Giubileo del 2000. Milioni di giovani si sono riversati sulle strade di Roma dando una testimonianza di fede ed entusiasmo che la Capitale ancora ricorda molto bene. Solo cinque anni dopo, alla morte del Santo Padre, la città eterna si è trasformata ancora una volta nel centro del mondo, ospitando frotte di pellegrini e una quantità mai vista di Capi di Stato che hanno presenziato al suo funerale. La Chiesa cattolica sembrava essere tornata ad essere punto di riferimento universale.


A distanza di pochi anni, siamo tornati a lottare nel quotidiano, in un mondo sempre più distratto e senza interesse, quando non apertamente ostile, verso le questioni spirituali. Nonostante due pontificati significativi, davanti alle sfide di questo tempo la Chiesa non sembra più essere all’altezza della missione che Cristo le ha affidato e molti dubbi affiorano in tante anime. Cosa è successo? Saranno ancora valide le parole di Cristo: «Vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga» (Gv 15,16)?

Con il Meeting Nazionale Formazione Catechisti di quest’anno, NET vorrebbe dare risposte a questo pressante interrogativo. Cominciamo a trattarlo qui, nel primo dossier di questa nuova rivista, dando alcuni spunti di riflessione che possano accendere il cuore e la mente per l’appuntamento del 19 ottobre.

Vi proporrei tre domande che possano orientare la nostra analisi, entrando un poco nel mistero del piano di Dio, piano che inevitabilmente prevede la nostra libera, attiva e intelligente collaborazione: “che cos’è la Chiesa?”, per capire meglio il nostro essere cristiani e la nostra missione nel mondo; “da dove ripartire per essere fecondi?”, vedremo come ha fatto la prima comunità cristiana, così marginale, a cambiare il mondo in cui viveva; “come cambiare il nostro tempo”, adattando ad oggi le lezioni di ieri.

(…)

Continua a leggere il dossier abbonandoti a Essere catechisti.

Commenti

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RIMANI AGGIORNATO SU NET!

Per ricevere le ultime novità e promozioni.

Per scaricare i materiali
devi essere registrato
Apparently we had reached a great height in the atmosphere, for the sky was a dead black, and the stars had