Le Notizie

Fumetti per bambini: la nuova Banda di NET

31 luglio 2020 in Novità 0

Virtù, Vangelo, amicizia, relazione, condivisione, il tutto condito con un pizzico di sana avventura e ben amalgamato grazie a una grammatica fumettistica semplice e immediata. È questa la strada che ha preso Domenica NET, coloratissimo, ben impaginato, pronto a raccontare ai bambini la bellezza del cristianesimo.

E a farlo ci sono loro, i ragazzi della Banda di NET, protagonisti di fumetti d’eccezione, di età mista tra i 10 e i 13 anni, pronti a mettersi in gioco pur di fare la cosa giusta, seguiti da Padre T., sacerdote dinamico e sorridente, innamorato di Cristo e della sua Parola.
Alex, Diego, Lucy, Tommy, Anna suonano per passione basso, tastiera, batteria, chitarra – da qui il nome Banda di Net – ma non rinunciano ad avventure formidabili, tra castelli, boschi, passaggi segreti, creature bizzarre o personaggi difficili, con caratteri da smussare, sempre pronti però, loro, a tendere una mano, a non giudicare ma a tirare fuori il lato bello delle cose.

Coadiuvati occasionalmente da Spark, personificazione della Coscienza dalla lingua saggia e dalla forma buffa, amato dai lettori della rivista, da Grace, robot la cui comparsa indica l’azione della Grazia di Dio e ostacolati dalle trame di Viz, serpente tentatore un po’ strampalato che non demorde mai e che prova ad assolvere alla sua missione nonostante le sonore sconfitte che subisce, la Banda è a tutti gli effetti pronta ad abbracciare qualsiasi giovane lettore che voglia prima di tutto divertirsi e leggere di amicizia.

Perché tutto ciò che si fa con Alex e compagni si fa sempre all’insegna di questo sentimento, certamente un grande punto di forza di questa serie in cui si scrive di affetti e sentimenti, al plurale dunque, che popolano l’animo umano.

Le avventure possono essere inventate seguendo un piano editoriale chiaro e preciso ma ciò che viene messo dentro la storia, ciò che viene raccontato, attinge dalla vita vera, da quei movimenti interiori e personali che caratterizzano, dipingono e danno forma alle nostre relazioni. In questo modo la Banda di NET diventa strumento educativo al Bene.

Le virtù, per esempio. La prudenza, l’umiltà, la pazienza, la gratitudine e chi più ne ha più ne metta diventano co-protagoniste di storie divertenti, dove il Bene supera sempre il Male, dove la lezione impartita diventa momento di catechesi piacevole. Poche battute, poche situazioni ma al bambino lettore risulta subito tutto chiaro e comprensibile.

Il valore di una virtù si veicola, dunque, con il linguaggio nuovo del fumetto. Nuovo perché tutte le volte che viene usato con attenzione e intenzione precisa, meraviglia per la sua efficacia; e nuovo perché, in fin dei conti, pur non essendo giovanissimo, lo è comunque rispetto a tanti altri linguaggi altrettanto codificati e con una propria grammatica. La Banda di NET è fresca, moderna. Affronta tutte le tematiche, compresa l’inclusione. Diego, membro del gruppo, è di origine nordafricane, ha i suoi interessi, è appassionato di informatica e naturalmente di musica. Ma come lui ogni personaggio ha delle caratteristiche specifiche che lo rendono tridimensionale, veritiero a chi legge.
Alex è un po’ il fratello maggiore, per esempio, colui che si prende cura del resto della Banda.
Ma senza esagerare. Anna e Tommy sono i più piccoli, quelli più vicini al pubblico a cui è rivolta la testata. Lucy è molto acuta, simpatica, fresca nel suo agire. Ma tutti si confrontano anche con i loro difetti o le loro debolezze o ancora i loro errori.

Per fortuna che a guidarli c’è Padre T., non sempre presente nelle loro avventure, proprio perché è uno spazio dedicato quasi esclusivamente alla Banda di NET, ma ugualmente figura fondamentale che riesce sempre a imprimere quell’insegnamento da svolta vera che nel Vangelo e nell’esperienza trova la sua matrice fondante.

Padre T. ha una faccia simpatica, onesta, di quelle che ci piacerebbe incontrare – e che magari incontriamo – nella nostra quotidianità. È un personaggio che fa della vivacità di spirito la sua carta d’identità. È un passo indietro rispetto alla Banda di NET, non occupa il posto d’onore se vogliamo dirla tutta (anche se riacquista il suo spazio all’interno dell’intera rivista), ma è essenziale con la sua presenza e la sua partecipazione alle loro avventure o alle loro cause. Avventure che durano sempre 5 pagine. Ricche, ricchissime di disegni e di colori, di espressioni buffe o intense e di parole semplici e immediate.

L’obiettivo della Banda è grande, è parlare ai lettori più piccoli, intrattenerli con il fumetto, con le buone storie. E poi, elemento di non poca rilevanza, le avventure che vivono i nostri protagonisti sono un richiamo ai grandi romanzi di genere.

Clicca qui e abbonati a Domenica NET!

a cura di Marco Sonseri
sceneggiatore “La Banda di NET”
articolo tratto dal dossier di ottobre 2020 di Essere catechisti

Commenti

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RIMANI AGGIORNATO SU NET!

Per ricevere le ultime novità e promozioni.

Per scaricare i materiali
devi essere registrato
Apparently we had reached a great height in the atmosphere, for the sky was a dead black, and the stars had