Le Notizie

Come fare senza Eucaristia.

15 marzo 2020 in Le catechesi di Padre T. 0

a cura di P.Andrea Giustiniani, L.C.

Si sente molto, in questo periodo, la mancanza della ricezione dell’Eucaristia. Gesù quando l’ha istituita non l’ha fatto perché fosse l’unico modo con cui potesse rimanere fra noi: Dio è con noi sempre e comunque. Se l’ha istituita è perché noi vedessimo e facessimo esperienza anche concreta della Sua presenza. Ogni volta che faccio un atto di fede nella presenza reale di Cristo sotto le specie del pane e del vino, non solo aumento la mia fede attuandola, ma sto anche facendo la “mia parte di cammino” verso il Signore, rinnovo la mia consapevolezza del fatto che Dio mi ama tanto da voler stare con me.

Siamo fatti di anima e di corpo ed abbiamo bisogno della concretezza dei Sacramenti e di sapere che questi sono i mezzi straordinari, ma, grazie a Dio per noi italiani, ordinarissimi, attraverso i quali siamo certi di raggiungere il Signore e di farlo agire direttamente nella nostra anima. Ma il Signore non è limitato dai Sacramenti: Egli può entrare in noi e santificarci anche se non possiamo fare la comunione.

Ragioniamo un attimo: Chi è che ha fatto sì che il Figlio di Dio s’incarnasse nel seno di Maria? Chi rende possibile in ogni S. Messa che Cristo sia realmente presente in anima, corpo e divinità del Pane Eucaristico? È lo Spirito Santo. È lo Spirito Santo che entra nel mio cuore e porta con Sé tutta la Santissima Trinità. È così che il mio cuore può diventare più simile a quello di Cristo, quando lascio che lo Spirito Santo Lo renda presente dentro di me.

È vero, se non faccio la comunione, non ho la percezione di Cristo che entra in me, ma la fede mi dice che se faccio una comunione spirituale ben fatta, Lui verrà da me, cenerà con me ed io con Lui. (cfr. Ap 3,20).

È Quaresima: il tempo in cui lo Spirito ci ha condotti nel deserto, assieme a Cristo (cfr. Mt 4,1). Quest’anno lo stiamo sperimentando più delle altre volte. Come Lui saremo tentati, ma Lui ha già vinto per noi. Non siamo soli senza Lui, ma soli con Lui. Lasciamo che sia proprio lo Spirito a portare in noi il Cristo che vince per noi. Con questo desiderio recitiamo la formula della comunione spirituale:

 

Preghiera per la Comunione Spirituale

Gesù mio, io credo che sei realmente presente nel Santissimo Sacramento.

Ti amo sopra ogni cosa e ti desidero nell’anima mia. Poiché ora non posso riceverti sacramentalmente, vieni almeno spiritualmente nel mio cuore.

momento di silenzio in cui accogliamo il Signore che viene

Come già venuto, io ti abbraccio e tutto mi unisco a te; non permettere che mi abbia mai a separare da te.

Commenti

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RIMANI AGGIORNATO SU NET!

Per ricevere le ultime novità e promozioni.

Per scaricare i materiali
devi essere registrato
Apparently we had reached a great height in the atmosphere, for the sky was a dead black, and the stars had