Le Notizie

Possiamo colmare il gap generazionale catechista-ragazzi?

22 Novembre 2021 in Il coach dei catechisti 0

Faccio catechismo ai ragazzi della cresima da anni, ma ogni volta sento aumentare il divario generazionale. Non importa quale attività mi inventi, ma mi sembra di non riuscire a raggiugerli. Non mi definirei una persona all’antica, ma loro sono quasi sempre incollati al telefonino e parlano di applicazioni che non conosco. Ho provato a toglierglielo, ma ho sempre fatto la figura della guastafeste. Cosa posso fare? Quali sono i punti di incontro tra la loro e la nostra generazione?

Irma (Rovigo)


Cara Irma, non ti scoraggiare perché la catechesi degli adolescenti è sempre complessa. Il divario generazionale si sperimenta perché è reale ed è destinato ad aumentare con la differenza d’età. Questa differenza, tuttavia, più che una carenza è un’opportunità. C’è un motto che dice: “per un giovane non c’è miglior evangelizzatore che un altro giovane”. Sono d’accordo, ma non sempre quel giovane c’è. Inoltre, aggiungo che i ragazzi non hanno bisogno di un’amica in più che si mescoli nel gruppo, ma di una catechista. Cerco di spiegarmi meglio: è necessario che l’adulto non sia un membro in più del gruppo, ma che ricopra il suo ruolo. Se conosci qualche amico psicologo ti potrà fornire qualche elemento in più al riguardo: l’adulto rappresenta per il giovane il limite concreto della realtà; in un certo senso gli serve per mantenere i piedi a terra. È un’operazione delicata che non deve tarpare le ali, quindi, prudenza. Se sei madre, potrai benissimo capire ciò che voglio dire. Quindi, mantieni il tuo ruolo di adulta nella fede. In secondo luogo, cerca di metterti nei loro panni perché a volte è difficile credere: ci sono pressioni sociali, dinamiche di gruppo, modelli culturali deformati, problematiche familiari, ecc. Per alcuni è più facile credere agli alieni che a un Dio che ci ama fino a farsi uomo e morire per noi. Per metterti nei loro panni ti invito a chiedere consiglio proprio a loro (ai tuoi figli o a quelli di un conoscente). Approfittane anche per chiedere loro di spiegarti cosa gira e come funzionano i loro trend digitali sui social.

A livello pratico, se i giovani sono il miglior esempio per i giovani, cerca di organizzare attività dove loro stessi siano i protagonisti: affida loro a turno un punto concreto della catechesi o di presentare, ad esempio, chi sono i personaggi di moda tra di loro. Così potrai far sorgere una discussione e cercare di introdurvi la prospettiva di fede. Chiedi aiuto e sostegno agli altri catechisti e trovati qualche genitore che possa darti delle informazioni utili sulle dinamiche del gruppo, ecc.

Diego Zanforlin


Hai bisogno di un consiglio o vuoi raccontarci la tua esperienza di catechista? Scrivi una mail al nostro coach! coach@esserecatechisti.it

Commenti

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RIMANI AGGIORNATO SU NET!

Per ricevere le ultime novità e promozioni.

Per scaricare i materiali
devi essere registrato
Apparently we had reached a great height in the atmosphere, for the sky was a dead black, and the stars had